INTELLIGENZA ARTIFICIALE: MINACCIA ESISTENZIALE O DONO DIVINO?

Il Coronavirus può anche chiudere le università, ma il progresso scientifico non dorme mai. Nel meraviglioso Vaticano, a migliaia di miglia dalla Silicon Valley, scienziati, etici e teologi si riuniscono per discutere il futuro della robotica, in una conferenza di 2 giorni incentrata sull'impatto di quest'ultima e dell'intelligenza artificiale (IA) sull'umanità. Queste tecnologie emergenti, affermano gli organizzatori, hanno implicazioni in settori come la medicina. l'assistenza sanitaria, l'occupazione, i trasporti, l'industria, l'agricoltura e i conflitti armati. Oltre a esaminare le attuali frontiere della ricerca nell'IA e nella robotica, la conferenza discuterà i loro possibili impatti sul benessere della società, i rischi per la pace e lo sviluppo sostenibile, nonché i loro aspetti etici. Il Vaticano è entusiasta di ospitare un simile evento, e sono lieti d'incoraggiare il progresso tecnologico. "Abbiamo sottolineato l'importanza della ricerca tecnica, questo è un dono davvero buono che Dio ci ha fatto", ha detto l'arcivescovo Paglia alla BBC. Lusinghe a parte, l´arcivescovo procede lanciando una “truth bomb”, che trascuriamo troppo spesso. "Ma quando diventiamo simili ai computer, vediamo immediatamente conflitti, pericoli, disuguaglianze e talvolta una terribile schiavitù verso di esso." Sfortunatamente, la sua osservazione si allontana ogni giorno, sempre più, da uno scenario immaginario simile a Matrix e più vicino a quello che potrebbe essere il nostro futuro. Questo punto di vista è supportato da probabilmente la persona che conosce l'IA meglio di chiunque altro nel mondo. Elon Musk. Elon Musk, CEO di Tesla e SpaceEX, esperto di robototica e ingegneria aerospaziale, è il più forte sostenitore delle normative IA, anche presso la propria azienda. Musk ha una lunga storia con l´esprimere serie preoccupazioni sul potenziale negativo dell'IA. Nel 2014 ha twittato che potrebbe essere "più pericoloso delle armi nucleari" e ha detto che potrebbe essere "la nostra più grande minaccia esistenziale" e che l'umanità deve essere estremamente attenta. “Con intelligenza artificiale stiamo evocando il demone. Avete presente quelle storie in cui c'è il ragazzo con il pentagramma e l'acqua santa, che dice di essere sicuro di poter controllare il demone? Ecco, non ha mai funzionato. " “Stiamo usando già IA in guerra, fra qualche anno, l´IA potrebbe usarla su di noi” Se pensiamo a come funziona il mondo adesso, e lo confrontiamo con quello che era 5 anni fa, diventa inquietante. IA può diventare il tuo cassiere, il tuo operatore telefonico, il tuo DJ, il tuo cameriere,il tuo amico di penna, la lista potrebbe continuare. Chissà che altro ruolo potrà assumere l´IA nel 2025. Alla fine non c'è quasi nulla che possiamo fare per fermare tutto ciò, e gli effetti di esso possono essere difficili da individuare a lungo termine, ma forse la strada migliore da percorrere è cercare di essere meno dipendenti da tali tecnologie. Se la domanda continua a salire, la ricerca non farà altro che accelerarsi. La prossima volta invece di chiedere ad Alexa di mettere la tua canzone preferita, sì un umano forte e indipendente e mettila tu stesso/a.

- Nicola Maria Servillo